Home

DSCN0117* scaricabile dal menù DESKTOP


IN PRIMO PIANO:

IL COLORE DELLA PIOGGIA

C’è un uomo in Piazza della Loggia a Brescia, uno come tanti, ma non è solo.

E’ il 28 maggio del 1974 . Quel giorno qualcuno, in quella piazza, fece scoppiare una bomba che uccise 8 persone e ne ferì altre 102…

Il colore della pioggia è il titolo della rappresentazione teatrale che racconta la storia di quell’uomo e di quel giorno…. di pioggia.

Si ma di che colore è la pioggia?… (continua a leggere)

— – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –

PICCOLI INNOCENTI FURFANTI

Non hanno la fascia nera sugli occhi per non farsi riconoscere, come la Banda Bassotti, non hanno neanche gli occhi, tanto meno le mani per estrarre la pistola e gridare: “Mani in alto!”…

Beh, adesso chiamarli furfanti è un po’ esagerato.

E’ vero arrivano furtivi, fanno il loro lavoro in silenzio come degli scassinatori esperti.

Sono i funghi saprofiti, che si nutrono cioè di legno morto, qualcuno li chiama “spazzini”, o con un termine più in voga ultimamente, “rottamatori”. (continua a leggere)

funghi saprofiti

— – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –

CHANTICLEER IL PERO CINESE

NOME: Pyrus-calleryana-chanticleer

NAZIONALITA’: cinese.

Non ha imparato ancora bene la lingua ma le sue eccellenti qualità gli hanno permesso di adattarsi molto bene alla vita in Italia; resiste bene ai periodi di siccità ma anche al freddo intenso… (continua a leggere) 

— – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –

SOLO LEI AD ASPETTARE LA BRINA

Di fiori in inverno, almeno a queste latitudini, ce ne sono pochi, pochi resistono alle temperature rigide, ai sottozero, alle mattine di brina, ma lei è una di queste.

La centaurea è una piante perenne che cresce nei prati di montagna e di pianura con diverse sottospecie. E’ una parente povera del fiordaliso (centaurea cyanus) ma entrambi prendono il nome da Chirone un tipo tutto tatuaggi, bandane e moto Harley Davidson, che, ci dice la mitologia greca, si curava le ferite con questi fiori.

Sì, lei è meno considerata perchè non ha il “sangue blu” del fiordaliso e poi non è neanche a rischio estinzione; qualcuno in odore di bullismo osa addirittura chiamarla “Stoppione”… (continua a leggere)

Centaurea Jacea

— – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –

GIORNATA MONDIALE  DELLE API

Il 20 maggio scorso è stata la  “Giornata Mondiale delle Api”,  proclamata per la prima volta nel 2018 dall’Organizzazione delle Nazioni Unite.

Le api hanno un ruolo essenziale per l’intera umanità, in quanto danno un fondamentale contributo al mantenimento della biodiversità e si stima che il 76% del cibo che mangiamo è il frutto del loro lavoro di impollinazione. Ogni volta che mangiamo una fragola, una patata, una mela, un pezzetto di cioccolata o che beviamo un caffè o una spremuta dovremmo ringraziare le api. Ma questo prezioso impollinatore sta scomparendo a causa dei cambiamenti climatici, dell’inquinamento, dell’uso intensivo di fitofarmaci per l’agricoltura e delle malattie.

Ape su Tarassaco

Nelle  campagne italiane ci sono 1,2 milioni gli alveari curati da 45.000 apicoltori tra hobbisti e professionali con un valore stimato in più di 2 miliardi di euro.

Quest’anno il clima capriccioso degli ultimi mesi non ha consentito alle api di trovare il nettare sufficiente da portare nell’alveare. È l’allarme lanciato dalla Coldiretti sugli effetti del maltempo sugli alveari. In Lombardia la produzione di miele millefiori e acacia è crollata.

”A causa del caldo anticipato le famiglie all’interno degli alveari hanno avuto uno sviluppo precoce e si sono ingrandite, ma poi le piogge e  l’abbassamento repentino delle temperature hanno condizionato il lavoro delle api e il poco nettare che sono riuscite a raccogliere lo hanno utilizzato per sopravvivere”.   (Continua a leggere) 

 

— – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –

L’UOMO CHE FERMO’ IL DESERTO

Sapevo vagamente dove fosse il Burkina Faso  fino a quando non ho incontrato Soumaila un Burkinabè che vive da anni in Italia con la sua famiglia.

Soumaila mi racconta una storia, una lunga storia che inizia negli anni ’70 quando un contadino cocciuto e paziente di nome Yacouba Sawadogo recupera una vecchia tecnica colturale  africana: lo “zai”, che consiste nello scavare buche nel terreno e riempirle di sterco e resti vegetali così da fermare l’umidità delle poche piogge che cadono nel Sahel. (continua a leggere)

yacouba-sawadogo-
Yacouba Sawadogo

—————————————————————

IL GIARDINO DELLE SPEZIE

Zenzero, curcuma, noce moscata, cardamomo, cannella, vaniglia sono  in gran parte per noi polveri magiche dalle proprietà miracolose, afrodisiache, rigeneranti…

Ma il fiore com’è?  Ci è mai capitato di vederlo dal vivo?

Beh alcune di loro hanno avuto fortuna in Europa anche come piante da appartamento…  (continua a leggere)

Hedychium coronairum

—————————————————

PEPE NERO E CIPOLLA

Che importanza ha il pepe nella storia del mondo?

Ve lo siete mai chiesti?

Certamente ha avuto la stessa importanza (forse di più) di quella che attualmente ha il petrolio.  Infatti anche il pepe è stato denominato oro nero, anche lui è stato così prezioso da essere usato come moneta di scambio, anche per lui si sono combattute guerre.

(continua a leggere)

pepe

———————————————————————-

GOD SAVE THE GREEN

“…Dovresti avere almeno una piccola aiuola per conoscere quello che calpesti. Allora vedresti che nemmeno le nuvole sono così varie, così belle, terribili quanto il terreno sotto i tuoi piedi …”

“Il futuro non è davanti a noi poiché è già qui, sotto forma di germoglio, è già tra di noi, e ciò che non è tra di noi non ci sarà nemmeno in futuro…    se potessimo guardare il segreto formicolio del futuro tra di noi…evidentemente ci diremmo che grande sciocchezza sono la nostra malinconia e la nostra sfiducia, e che la cosa migliore di tutte è essere una persona viva, ovvero, una persona che cresce…..”   (Continua a leggere)

god save the green copia

——————————————————-

ARRAFFA TERRE

 Land grabbing è una espressione inglese per descrivere l’accaparramento di terre agricole nel sud del mondo da parte di grandi multinazionali e istituti bancari, a scopo speculativo e a danno delle popolazioni locali.
E il bello è che per questo colonialismo 2.0  non servono i fucili, è sufficiente il vile denaro… (continua a leggere)
landgrab
 – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –
 TIPI DA ORTO BOTANICO
Come faceva Federico Fellini a fare i casting?   A comporre il suo circo di personaggi stralunati, eccentrici eppure così genuini? Qualcuno prima di lui aveva provato a fare lo stesso esercizio, oppure no, l’intenzione era diversa il risultato invece simile.
Così la nave di Amarcord sembra attraccare in questo porto; sbarcano, entrano dalla porta nel  nel grande anfiteatro per una recita speciale soggetti di tutte le provenienze, fattezze, carattere, talento… (Continua a leggere) 
Cleome spinosa
Cleome spinosa

 

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: