CINESI ALLA DOGANA

Questo slideshow richiede JavaScript.

Le dogane lungo il corso del Ticino,  costruite appositamente o trasformazione di edifici giù esistenti, hanno avuto vita brevee.

Si va dal 1713, quando con la pace di Utrecht il confine dello Stato di Milano, allora governato dagli Austriaci, arretrò dal Sesia al Ticino a favore dei Savoia e fino al 1861 anno dell’Unità d’Italia.

Uno di questi edifici, risalente al 1737-38, si trova lungo la storica Via Gaggio  in territori di Lonate Pozzolo ed è attualmente una sede decentrata del Parco del Ticino.

Così basta gabelle, basta controlli alla frontiera, basta contrabbando  o fughe per diserzione dall’una o dall’altra parte.

Via libera ai popoli di tutto il mondo compreso quello cinese.

Ma i cinesi in questione non  appartengono al genere umano, pur se qualcuno di sicuro è passato di qui.

Di cinesi, stabili, alla Ex Dogana Austriaca di Lonate Pozzolo o Tornavento (sua frazione) ci sono solo le rose rugose  che un tempo venivano coltivate nel giardino dell’imperatore e che oggi abbelliscono anche molti dei nostri giardini.

 

Intanto le rose rugose, in questo ultimo scampolo d’estate, si godono il sole alla Dogana assieme  ai carciofi del Canada, (topinambur)  anche loro in attesa della verifica del visto sul passaporto.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...