ATACAMA, ITALIA

I fiori non nascono dai sassi, sembra dire il buon senso,  eppure la letteratura è piena di “fiori del deserto”.

Tra i fiori del deserto quello a cui sono più affezionato sono le rose di Atacama, deserto salato nel Cile, prese a simbolo da Luis Sepulveda per le sue “Historias marginales” ,  un libro tradotto in Italia con il titolo di “Le rose di Atacama”

Molto più prosaicamente i fiori sui sassi di questa foto sono portulache (Portulaca oleracea) un genere di piante succulente che comprende circa 200 specie originarie dell’America del Sud, dell’Asia e dell’Africa. 

Portulaca deriva dal latino “portula “che significa piccola porta. Il frutto di questa pianta è una capsula la cui parte superiore si apre come una piccola porta lasciando cadere tantissimi semini neri grandi come il pepe macinato.

Per questo può essere considerata una pianta infestante.

Anche quest’anno la piccola porta si è aperta e dai semi sono nate nel mio giardino tantissime piante dai  fiori di tutti i colori dal giallo al rosso, dall’arancione al fucsia, al bianco, al rosa.

Qualche seme ha avuto una cattiva sorte ma niente paura,  come  in una “historia marginale”,  trova la forza di resistere e di affermare la propria bellezza, di regalarci un po’ di gioia,  come  solo i fiori nel deserto possono fare.

Annunci

Un pensiero su “ATACAMA, ITALIA”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...