NO FOTOCAMERA, PLEASE !

Questo slideshow richiede JavaScript.

Girare nei boschi lungo  il fiume  d’estate è diventato ormai pericoloso, non fosse altro per il moltiplicarsi delle spiagge di nudisti  e del conseguente codazzo di guardoni.

Figurarsi poi se uno gira con un apparecchio fotografico:  chi glielo va a dire a questi che stai solo fotografando dei fiori?

Ma io affronto questo rischio e le punture delle zanzare. 

Qui siamo a valle del ponte di Oleggio in sponda piemontese, una delle spiagge più famose e frequentate da chi non può permettersi mete esotiche o semplicemente il week-end al mare.

Sulla sponda opposta  la Casa della Camera segna l’inizio del Naviglio grande e la paladella (opera di presa delle acque dal Ticino) è una immensa piastra di pietra dove abbrustolirsi per bene.

Ma guardiamo verso il bosco.

Ecco allora apparire ombrellifere come l’anice selvatico, con le immancabili cimici rossonere,  ecco la galatea e il garofano Sylvestris.

Ecco le bacche violetto del prunus spinosa e quelle rosse e nere delle more.

Certo alcune foto sembrano proprio prese da dietro un cespuglio… eventuali bagnanti li ho cancellati con photoshop.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...