ORCHIDEA GRECA IN SALSA LIGURE

Questo slideshow richiede JavaScript.

Il pendio è molto arduo, pieno di spine ma conosco bene questi posti anche se sono in trasferta.

Ecco ho raggiunto il crinale e là in fondo, anche se non si vede oggi perchè il tempo è incerto e a tratti piove, laggiù si intuisce la presenza del mare della Liguria.

C’è un po’ di vento che porta l’odore della pioggia; qualche raro ciclista che si è arrampicato quassù su una strada molto panoramica che collega paesini  aggrappati a terreni a volte franosi.

C’è un fiore sul bordo della strada, un po’ riparato dal vento, al margine delle vigne: è una spiga con tantissimi fiori viola, su uno stelo robusto alto circa 50 cm.

E’ tu chi sei? 

 (E’ un’orchidea, ma non conosco la specie, poi a casa mi faccio aiutare dagli amici e scopro che si tratta di  Himantoglossum Robertianum, un’orchidea che cresce fino a 1000 metri s.l.m. presente in quasi tutte le regioni italiane e che fiorisce da febbraio ad aprile)

il suo nome è composto da due parole: “himantos” = cinghia, e “glossa” = lingua e fa riferimento alla lunga lingua del labello, simile ad un nastro.

… Beh, per catturarmi mi hai catturato,  con quel tuo sbattere di ciglia, ma è la lingua lunga che mi preoccupa; non è che poi vai in giro a dire cose che non esistono?