UN NOME DA TORERO

Ecco,  visto che da grande vuoi fare  il torero, ti chiamerò Juan.   Juan Belmonte,  pensa… proprio un nome da  torero”. 

E’ questo il nome che un ex guerrigliero cileno si porta in giro per il mondo, alla ricerca di una antica collezione di monete d’oro trafugata dalla Gestapo durante la Seconda Guerra mondiale. Una vicenda intricata come ci racconta Luis Sepulveda nel suo romanzo “Un  nome da torero”.

Ma se esistono i nomi da torero esisteranno anche nomi adatti a una farfalla?

Sono nel  bosco, al confine tra la collina e l’azzurro del lago con in mezzo  i prati punteggiati di ranuncoli e per la prima volta quest’anno mi appare la Pararge Aegeria, una delle farfalle più diffuse in Europa, appartenente alla famiglia delle  Nynphalidi

E’ riconoscibile dalla livrea marroncina con macchie gialle e bellissimi occhi neri.

Che nome è Pararge? E’ come certi nomi antichi che però ogni tanto tornano di moda, come Noemi, Emma, Lucrezia… che fanno da contraltare ad altri considerati più moderni come Samantha, Jessica, Vanessa.

Ecco, se c’è un nome “da farfalla”, questo è sicuramente Vanessa  (gli esempi si sprecano: Vanessa del Cardo, Vanessa dell’ortica, Vanessa io, Vanessa Atalanta) ma anche Camilla io trovo sia un mome carino per un lepidottero.

La Pararge Aegeria (o Satiro maculato) è meno vistosa delle sue cugine Vanesse; questo la svantaggia con i corteggiatori, ma sicuramente le dà dei vantaggi nei confronti dei predatori.

Il suo habitat preferito  sono i prati ai margini dei boschi, infatti il suo bruco si ciba di graminacee e la farfalla adulta (che compare da marzo a novembre) si nutre invece di nettare ma anche della linfa delle piante.

Lei è contenta di essersi stabilita qui perchè quando è stanca di prendere il sole può ripararsi un po’ all’ombra e fare uno spuntino (già si sente in lontananza l’odore del fumo dei barbecue) e poi, dopopranzo, un bel tuffo, no non in acqua, ma nel mare d’erba che scende dolcemente verso la riva.

Ortiche gialle, veroniche, gerani selvatici, fragole di bosco, vecce,  bottoni d’oro… ah, che spettacolo, ah che bel vivere,  ah, che piacere… 

Figaro, cosa ci fai qui?  Hai già finito l’Erasmus?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.