IL RUGGITO DEL GHIACCIAIO

Questo slideshow richiede JavaScript.

Non lo abbiamo sentito ma lo abbiamo visto.  Strano a dirsi.  Vero?

Abbiamo visto i graffi profondi che ha lasciato sulla roccia e le conche diventate piccoli specchi d’acqua. Abbiamo visto le praterie di eriofori al bordo di piccoli stagni  e le nuvole accarezzare le cime piu alte.

Lui non c’è più adesso ma il suo grido rimane. Basta stare in silenzio per un po’:  farsi scivolare addosso questa aria frizzantina, assaggiare l’acqua gelata dei laghetti, appoggiare tutto il corpo alla roccia scaldata dal sole, ascoltare il suo respiro profondo.

Ma è tutto il paesaggio che grida, in silenzio, Racconta tutto quello che è successo nelle epoche passate, mentre noi guardiamo senza parlare  il ruggito del ghiacciaio.