LA DONZELLETTA CHE VIEN DALLA MONTAGNA…

aster alpinus

La donzelletta che vien dalla campagna reca in mano un mazzolino di rose e viole… (diceva Giacomo Leopardi nella sua celebre poesia “Il sabato del villaggio”)

Ma anche in montagna ci sono le donzellette (anche se a parte Heidi, non conosciamo i loro nomi).

Quando le fanciulle di montagna escono sui prati tornano a loro volta con mazzi di fiori variopinti e profumati.

ANZI NO !

Perchè ormai quasi tutti i fiori di montagna appartengono a specie protette che se ti beccano solo a sfiorarli ti tagliano le mani. E poi perchè coglierli? Stanno così bene nel loro ambiente naturale!  Sicuramente meglio che appassiti dopo mezz’ora nei nostri zaini  o seccati tristemente nelle pagine di qualche libro.

Allora non resta che la fotografia.  Ecco un bouquet agostano delle Alpi Lepontine. E’ un bouquet che non si può  raccogliere, nè gettarsi alle spalle  dopo la cerimonia di nozze per cui mi dispiace per le aspiranti spose, avranno altre occasioni.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...