ZIA ORTENSIA

Immagine 1476

Non so quanti di voi abbiano avuto una zia di nome Ortensia, è un nome non più di moda, non più al passo con la modernità.

Ma facciamo finta che voi abbiate una zia che si chiama Ortensia, una di quelle zie grasse, con i capelli raccolti a chignon dietro la nuca e comodi vestiti a fiorellini. Sicuramente lei vi preparerebbe dei gustosissimi minestroni di fagioli e verze, magari con le cotiche (vedo già le facce orripilate di qualcuno).

Oppure possiamo immaginare la zia Ortensia seduta su una sedia, all’ombra, fuori dalla porta di casa, a chiaccherare con le amiche per interi pomeriggi, quei caldi pomeriggi d’estate nei quali ci fa compagnia il canto delle cicale.

Immagine 1475
Hydrangea macrophylla

E accanto alla zia, anche loro comode all’ombra, delle morbide palle colorate di rosa e azzurro; facile intuire che sono i fiori della Hydrangea macrophylla, o meglio le brattee colorate che circondano il fiore vero e proprio.

Questa pianta è nota per la sua proprietà di cambiare colore dei fiori (chiamiamoli ancora così) secondo l’acidità del suolo:  rosa se meno acido, rosso/violetto e poi blu  se il terreno è più acido ovvero se c’è più  o meno presenza di alluminio (ma ci sono anche le varietà bianche).

Hydrangea macrophylla
Hydrangea macrophylla

Tutto il contrario della zia Ortensia;  lei non cambia umore con facilità, semmai con facilità attacca discorso e non riesci più ad andare via anche se hai una cosa urgente da fare  e in questo sì assomiglia alla Hydrangea che è una pianta molto rustica (nel senso buono del termine) perchè se spezzate un rametto e lo mettete in un vaso con terriccio umido “attacca” cioè germoglia molto facilmente.

Lacecap Hydrangea
Hydrangea Lacecap

Dalla popolare e bonaria Hydrangea macrophylla, originaria della Cina e Giappone, derivano le principali specie coltivate ma ultimamente si sono diffuse anche altre specie di Ortensia (in natura ne esistono una quarantina) due esempi su tutti  le Lacecaps ( con corimbi piatti che incominciano a fiorire dai bordi esterni, e la Hydrangea quercifolia, dove appunto la differenza la fanno le foglie, simili a quelle delle querce americane.

Sono zie più giovani, alla moda, sempre eleganti e attente agli accessori (e però non sanno fare il minestrone). Certo nei giardini fanno la loro figura,  come ad un party su una terrazza in riva al lago.

Però non chiamatele Ortensia… tanto non si girano.

Hydrangea quercifolia
Hydrangea quercifolia

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...