CRINOLINE

Crysolina rossia
Crysolina rossia

Ooops… volevo dire Crysoline.

L’assonanza è forte, la sostanza invece è alquanto divergente… 

infatti la crinolina è tecnicamente una sottogonna rigida usata per dare maggiore volume agli abiti , alle gonne nella fattispecie (una specie di push-up ante litteram, solo che adesso si tende a gonfiare altre parti del corpo).

La crysolina invece è un insetto della famiglia dei Crisomelidi, parenti delle coccinelle, ma da non confondere con queste.

– E’ una coccinella?  mi chiede un passante incuriosito

– No è una crysolina rossia- rispondo da una buffa posizione quasi accasciato per terra mentre cerco di fotografarla.

Il passante mi guarda stranito

– Ma sì, non vede la linea rossa sul bordo esterno delle elitre? – provo a spiegare.

Il passante mi guarda con aria di compatimento e se ne va.

…Cosa ci fa qui una Crysolina rossia, mi chiedo, non ne ho mai viste da queste parti, forse sta pensando di farsi una scorpacciata di foglie di ciliegio, infatti credo lei sia polifaga.

Crysomele populi
Crysomele populi

Le crysoline sono vegetariane, si nutrono di vegetali, in particolar modo di foglie tenere e come altri insetti spesso sono monofaghe, mangiano cioè le foglie solo di quella particolare specie di pianta.

Ecco allora la Crysomele populi, elitre color mattone-aranciato, che fa colazione con tenere foglie di pioppo

Oreina gloriosa
Oreina gloriosa

Ecco la Oreina gloriosa che  si ciba solo  di Imperatoria (Peucedanum ostruthium) una pianta della famiglia delle Apiacee che cresce sulle Alpi e sugli Appennini

oppure la Oreina cacalide (attenzione a non invertire le vocali, altrimenti diventa “brown sugar”) che preferisce il Pesatides

E’ sempre una gioia incontrarle nel bosco perchè molte specie hanno un colore blu-verde metallizzato e cangiante; sono tra loro molto simili e quindi è più facile individuare a quale specie appartengono guardando su quale pianta stanno mangiando.

Oreina cacaliae
Oreina cacaliae

Certo alle piante non fa piacere; dopo il loro passaggio le foglie sono tutte bucherellate, come dopo una violenta grandinata.

Ma anche loro, in apparenza così lucide e levigate, se viste da vicino presentano una superficie tipo “buccia d’arancia”;

per loro non è un difetto, anzi le rende quasi più carine e forse potrebbero fare da battistrada alla ricerca di nuovi canoni estetici per il terzo millennio

Già vedo i titoli sui giornali  del tipo: “E’ la cellulite bellezza?” (senza virgola, mi raccomando)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...