ZOLFINO

Immagine 238

C’era una volta un funghetto dai colori vivaci (giallo-arancio) che gli scienziati avevano classificato come Hipholoma fasciculare  ma che tutti i cercatori di funghi chiamavano zolfino.

Zolfino non era solo nel bosco, cresceva assieme a tantissimi suoi fratelli, con mamma ifa e papà micelio.

Dal legno degli alberi ricavava tutto quello che gli serviva per crescere: acqua, sostanze minerali, sostanze organiche… e gli alberi suoi amici erano molti: il gelso, la robinia, il ciliegio tardivo, la farnia…

beh, amici fino ad un certo punto perchè lui è come quelle persone che continuano a chiederti soldi con la promessa di restituirli non si sa quando.

Immagine 232Sì, Zolfino e i suoi fratelli sono tossici e ogni tanto ne combinano qualcuna: fanno venire forti mal di pancia e un irresistibile bisogno di andare ad evaucare ad incauti raccoglitori che lo confondono con l’Armillaria mellea o chiodino buono mentre lui da sempre si è guadagnato l’appellativo di falso chiodino.

Per fortuna il suo odore sgradevole e il sapore molto amaro sono campanelli d’allarme che devono mettere in guardia chi presta un minimo di attenzione prima di consumare funghi.

Immagine 243Zolfino, così bello (ma non buono da mangiare) è un fungo “parassita”, si nutre attacandosi ad alberi vivi.

A volte questa cosa è capace di rovinare rapporti di una vita anzi un apparato radicale. Infatti lui (come altre specie di funghi) è capace di causare la carie bianca, una malattia che ha come effetto la graduale e progressiva degradazione dei tessuti legnosi degli alberi e degli arbusti vivi.

Ma Zolfino è anche un fungo “saprofita” cioè ricava sostentamento dal legno morto, dalle foglie e da tutte le sostanze organiche che trova sul terreno e le trasforma in elementi nutritivi per le gli alberi e le erbe: da fungo tossico diventa un prezioso alleato dell’ecosistema.

Allora se lo vedete nel bosco non strappatelo, non calpestatelo, non fategli del male: fate finta che sia un James Dean bello e dannato, che ha bisogno di vivere alla disperata ricerca di sè stesso.

Immagine 233

Annunci

Un pensiero su “ZOLFINO”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...