VA BENE GIORGIO, NON FA NIENTE !

il parco e la pioggia

Per quanto tu ragioni, c’è sempre un topo – un fiore –

a scombinare la logica.

Direi che tutto nel tuo ragionamento è perfetto,

se non avessi davanti questo prato di trifoglio.

E sarei anche d’accordo con te, se nella mente non mi bruciasse

(se non mi bruciasse la mente – con dolcezza)

quell’odore di tannino che viene dalla segheria sotto la pioggia:

quell’odore di tronchi sbucciati (d’alba e d’alburno),

e non ci fosse il fresco delle foglie bagnate come tanti lunghi occhi,

e il persistente (ma sempre più sbiadito) blu della notte.

 

[Giorgio Caproni, Tutte le poesie, Milano, Garzanti 2013 (8), p. 511]

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...