LA CASCATA

Questo slideshow richiede JavaScript.

Che bella sensazione, quasi di gioia, di leggerezza, pur nel cadere, se negli occhi hai un cielo azzurro e rami intrecciati  e tante piccole mele rosse… che pianta sarà? … una rosacea sicuramente, ma non un biancospino, non vedo spine. 

Allora è un cotoneaster e, a giudicare dal portamento è un Cotoneaster Dammeri, infatti questo arbusto ha la particolarità di crescere verso il basso  (quasi una sfida al geotropismo) e per questo è usato per ricoprire mura di cinta e scarpate un po’ come l’edera e altre piante rampicanti, solo che queste non solo scendono ma salgono anche (come le borse dei mercati finanziari).

Oh, e adesso che abbiamo capito che pianta è?

Dobbiamo dirlo a qualche uccello!  No, loro lo sanno già che quei piccolo pomi rossi sono squisiti e infatti ne fanno scorpacciate.

Allora dobbiamo dirlo agli uomini (e alle donne) soprattutto a coloro che hanno qualcosa da nascondere.

A parte l’indubbio valore estetico delle fioriture bianche o rosate e il rosso brillante delle bacche, l’uso più frequente che si fa dei cotoneaster è quello di creare nei giardini cuscini o tappeti che nascondono quello che non vogliamo si veda

… e sotto i quali scopare la polvere.

Ovviamente nel nome della biodiversità possiamo scopare molti tipi di polvere, con molti tipi di scope così come molte solo le specie di cotoneaster: ecco un breve catalogo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...