SUPERCAROTA

Immagine 458

Eccola qui la “supercarota” una carota D.O.C anzi D.O.P  (a denominazione di origine protetta) una carota bio forse biodinamica, sinergica.

Quello che è certo è che non finirà mai in un succo ACE.

Immagine 525Lei si chiama Orlaya grandiflora (in onore di un botanico russo) e che sia una carota lo si intuisce anche dalla dolce fragranza che emanano le sue foglie e dalla forma stessa delle foglie molto simile a quella delle carote.

Ma il suo nome comune è lappola bianca; appartiene alla grande famiglia delle ombrellifere o apiacee e a differenza di altre piante della sua famiglia non è molto diffusa.

Immagine 481Ama i terrreni asciutti e ricchi di calcio e azoto, in genere la si trova lungo i margini stradali o delle vigne  ma anche negli incolti e nei prati magri fino ad una altezza di  800 m. slm.

La si incontra in genere in gruppi di parecchi esemplari e l’effetto che crea è come quello di un pizzo ricamato (gli inglesi infatti la chiamano White laceflower). Se non l’avete ancora incontrata non precipitatevi: ha una fioritura molto lunga che va da maggio ad agosto e a volte continua fino ai primi freddi.

I fiori più grandi al bordo esterno dell’infiorescenza la rendono molto carina e inconfondibile e rappresentano un modo per attirare gli insetti, dai quali in effetti è molto apprezzata.

Anche per lei vale la regola “guardare ma non toccare” infatti è una pianta tossica.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...