DESOLATION ROW

Immagine 008

La colpa è stata tutta di un cancello aperto, no niente di grave, come quella volta che è uscito un cane feroce e ha messo a dura prova le mie capacità velocistiche.

No stavolta il cancello aperto invita ad entrare in uno spazio in apparenza poco invitante, case ancora in costruzione attorno e in mezzo mucchi di terra ricoperti da “erbacce”…. sembra quasi il vicolo della desolazione.

Non busso tanto queste non sono le porte del paradiso semmai dell’inferno.  I cancelli arrugginiti non sono quelli del cielo eppure il cielo c’è, inonda di luce le colline scabre di laterizi, mi sfiorano cavallette pallide e altre scure… mmm… devo proprio essere nel vicolo della desolazione.

Le enotere sono gialle e hanno un profumo di limone ma non sono un sorbetto, Paolo Conte mi aveva avvertito ma io avevo troppa fretta, c’è una nuvola che sale all’orizzonte e se piove non piove acqua ma gocce di avena selvatica… nel vicolo della desolazione.

I Gun’s & Roses hanno fatto un’altro macello ma stavolta non erano a Rio e la pioggia non era quella di novembre, impossibile, il cielo è sereno e poi siamo a luglio dolce bambino mio, il trifoglio aureo non è una pianta allucinogena, mi spiace per te.  Sei mai stato nel vicolo della desolazione?

Le grandi foglie di bardana mi guardano come un’intruso con quei  rami protesi verso l’afa e i boccioli che sembrano capezzoli. Ci deve essere una via d’uscita, penso, ma non mi sento nè un giullare nè un ladro, solo c’è troppa confusione nella mia testa, adesso; il giallo della verga d’oro entra prepotente nelle mie pupille. Sono solo le cinque e io non sono che all’inizio del vicolo della desolazione.

I rami di cicoria disegnano strani percorsi mentali, come serpenti pietrificati, nidi di carota nascondono cimici rossonere e lucidi coleotteri verde smeraldo e anche se a voi tutto questo non sembra magnifico non lo prenderò come un rimprovero, tanto Fedez non verrà mai nel vicolo della desolazione.

Fabri Fibra vuole la sua parte (di insulti) solo non sa se chiederli ai Club Dogo o a Emis Killa; come arbitro hanno chiamato una Palma (Giuliano) ma dubito che sappia scegliere tra  “Urtica urens” e “Tasso barbasso”. Dopo tutto qui siamo nel vicolo della desolazione e non stiamo giocando a Pes.

Il bello del vicolo della desolazione è che se vedi una mosca non pensi subito a David Cronenberg e se incontri una cetonia dorata non la scambi per Gregor Samsa. Non so chi per primo ha inventato il nonsense e in fondo i dadaisti non sono quelli che dicono sempre sì in russo. Forse è inutile cercare di capire se anche Montale si era perso in un pomeriggio pallido e assorto in qualche vicolo della desolazione.

Il vicolo della desolazione non esiste, è solo un’invenzione letteraria di un certo Robert Zimmerman.  Non è vero, ci sono tanti vicoli della desolazione e ognuno ha il suo meglio però se popolato da licene azzurre e libellule color fuoco….

Sono tornato nel vicolo della desolazione, ma stavolta il cancello era chiuso. Fuori c’era un uomo e io senza conoscerlo  gli ho detto: – Ehi Joe, cosa fai con quella pistola in mano…  – Ho perforato l’hipericum –  risponde – L’ho bucherellato tutto con pallini di piombo.  – E adesso cosa farai?  –  Non lo so, l’amore non segue le logiche, ti toglie il respiro e la sete.

Chi manca ancora nel vicolo della desolazione? Oh, sicuramente Einstein e Robin Hood e poi molti altri. Ho dovuto riordinare le loro facce e assegnare a tutte un altro nome; ho dovuto chiedere a tutte le “erbacce” di truccarsi e di mettersi in posa per la foto ricordo perciò adesso non mi sento tanto bene…

Ho lasciato una cassetta delle lettere con mio nome nel vicolo della desolazione… se passate di lì lasciatemi un messaggio.

 

 

Annunci

Un pensiero su “DESOLATION ROW”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...