FOGLIE DI LUCE E D’OMBRA

Rovere, foglie d'ombra

Di lei mi hanno raccontato molte cose, per esempio che usciva spesso con sua cugina, la Farnia, che io conosco bene;  mi hanno detto che ama i suoli asciutti (forse per non sporcarsi di fango le scarpe nuove ) e le colline basse dove però è vittima del bullismo dei castagni e dei pini silvestri, dove un tempo la si vedeva più spesso prima che i contadini decidessero che era meglio produrre vino.

Sua cugina, la Farnia, mi ha detto che hanno molte cose in comune:  il portamento elegante, le ghiande, il tronco liscio da giovane e poi solcato da rughe profonde, le foglie lobate e glabre (non come quell’altra parente, la roverella, che non si fa mai la ceretta).

-Ma se la vedo come faccio a riconoscerla? – gli ho chiesto.

-Lei ha le foglie più grandi e con un picciolo lungo e le ghiande sessili cioè senza picciolo, tutto al contrario di me, infatti mi chiamo anche Quercus peduncolata.  Lei sai invece come la chiamano?  Quercus petrae, ma anche Irish oak o Welsh oak nel Regno Unito, Chêne rouvre o Chêne sessile in Francia.  Qui in Italia semplicemente Rovere.

-Ma dov’è adesso? Dove posso trovarla?

-Non saprei. E’ una tipa che viaggia molto e ha casa in tutta Europa. L’hanno vista a est sulla linea che collega Danzica e le foci del Danubio, più a nord  nella parte meridionale della Penisola Scandinava, in Gran Bretagna, Irlanda e Danimarca, l’hanno vista costeggiare a ovest l’Atlantico, raggiungere i Pirenei e in Spagna la Cordillera Cantabrica e Sierra de Guadarrama, puoi incontrarla sull’arco alpino, in Corsica e in quasi tutta la Penisola Balcanica, ma raramente in Grecia che salta velocemente per spostarsi verso il Caucaso, l’Anatolia e le montagne della Turchia meridionale.

-Allora non ho speranze! Non sono uno che corre dietro alle querce.

Quercus petrae

——————————————————-

No, ho scherzato. So benissimo dov’è. Conosco alcuni posti dove cresce nel Parco del Ticino ma non vi porterò; sono geloso, un po’ come i cercatori di funghi.

E poi ho scoperto un segreto:  la Rovere ha due tipi di foglie:  verdi e tenere quelle dei rami bassi, generalmente all’ombra, più scure e coriacee  quelle dei rami superiori, esposte al sole.

Però in pieno inverno, a vederle così, seccate per terra, non è possibile capire se sono  foglie di luce o foglie d’ombra.

Foglie 1

 

 

Annunci

Un pensiero su “FOGLIE DI LUCE E D’OMBRA”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...