SCOPA DEI MACELLAI

Immagine 521

Questa mi mancava proprio; certo i macellai non hanno fama di gente che va tanto per il sottile però i più ordinati si preoccupano anche di scopare dopo, di tenere pulito il loro negozio.

E tra tutti i sistemi per farlo indovinate cosa sono andati a prendere?

I rametti di un arbusto sempreverde e pungente chiamato  Ruscus aculeatus , da noi meglio conosciuto come Pungitopo.

Ah, lo sapete perchè questa pianta si chiama così? Perchè un tempo i contadini lo mettevano sulle corde che sorreggevano i  formaggi e i salami  appesi  alle travi a stagionare  o anche per proteggere  le pannocchie di granoturco  scartocciate nei granai per evitare che i topi se ne potessero cibare.

Strano arbusto il pungitopo ( una macchia verde d’inverno quando il bosco è secco) con quelle bacche rosse che sono presenti solo sulle piante femmina e quelle foglie aguzze  e coriacee che poi non sono foglie ma fusti modificati.

Immagine 367

E i fiori? avete mai visto i fiori di pungitopo?  La fioritura copre un periodo che va da novembre ad aprile ma i fiori sono poco appariscenti, nascosti nella pagina inferiore delle pseudofoglie che già gli insetti impollinatori devono giocare a “caccia al tesoro” per scovarli, figurarsi noi comuni mortali.

fiore pungitopo 2

————————————————————————-

Cammino nel bosco invernale calpestando foglie secche, spiando le gemme degli alberi che incominciano ad ingrossare e tutt’intorno non è che il verde sia scomparso:  l’edera che si arrampica sui tronchi, il tappeto di foglie di pervinca  e poi lui, il pungitopo con questi rametti che spuntano da terra mediamente 50 cm. e formano a volte anche macchie estese.

E’ un  piccolo arbusto  sempreverde molto comune in tutti i paesi europei che si affacciano sul Mediterraneo, ma presente anche in Centro Europa e Nord Africa,  in i terreni calcarei e ben soleggiati di boschi asciutti e magari anche un po’ sassosi.

Soffre leggermente di vertigini, infatti nelle zone temperate dell’Italia settentrionale non sale  oltre i 600 m. slm.

Immagine 518

E’ comunque un tipo molto famoso e lo si capisce anche dalla grande quantità di nomi diversi che ha nelle varie zone d’Italia: Bruscolo, Piccasorci, Asparago pazzo, Linguetta, Scacciaragni, Piscialetto, Brusco, Frascina.

In Francia lo chiamano Petit houx (piccolo agrifoglio)

In Inghilterra Butcher’s broom ovvero, scopa dei macellai.

Ma non solo i macellai si sono accorti di lui.

Oltre i contadini, come già detto, ci sono i fioristi perchè il pungitopo è molto richiesto nei mazzi recisi specie nel periodo natalizio,  ci sono i medici e i farmacisti che ne apprezzano le sue proprietà come lassavito e vasocostrittore e lo prescrivono contro le vene varicose e l’accumulo di acido urico.

Ci sono i cuochi che ne colgono i giovani germogli per  lessarli  o preparare frittate alle erbe (ha un sapore più amaro degli asparagi).

Ci sono (c’erano) gli spazzacamini che lo legavano a lunghe pertiche per pulire le canne fumarie.

Ci sono gli estetisti che lo consigliano per le pelli delicate contro gli eritemi solari ma anche per combattere la cellulite, la caduta dei capelli e infine come dopobarba.

Ci sono (ancora!?,  ma quanta gente !) ci sono i baristi che in tempi di carestia hanno provato ad usare i suoi semi al posto del caffè  (un po’ come la cicoria, come il grano tostato ecc…)

E ci sono (o ci saranno) anche le industrie tessili che stanno provando ad utilizzare le bacche come colorante.

Ecco, chi manca?  Direi che mancano solo la Polizia, la narcotici e la buoncostume.

Sta di fatto che grazie al prelievo indiscriminato che si faceva nei tempi passati ora il pungitopo è una specie protetta in molte regioni.

—————————————————————————

per chi vuole approfondire:

http://www.informatoreagrario.it/ita/riviste/vitincam/09vc05/pungitopo.pdf

 

Immagine 233

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...