LA BRUTTINA STAGIONATA

Maniola jurtina (female)
Maniola jurtina (female)

Va beh, anche stavolta parto da un libro, quello di Carmen Covito di qualche anno fa. (La bruttina stagionata – Bompiani 1992)

E lei non potrebbe rappresentarlo meglio. Una farfalla marrone… un po’ scialba… con vaghe sfumature arancio e crema… e chi la guarda?

Certo, guardiamo prima le altre: le vanesse, le licene, forse anche certe falene diurne, poi per ultima lei… forse.  Forse non la degniamo neanche di quello sguardo.

Ripasso il mio archivio e mi accorgo che è rimasta “impigliata” in parecchie foto.

Sui rovi, sulla verga d’oro, sulle centauree….  Quasi sempre con le ali chiuse, con quell’occhio nero più grande nelle femmine.

Compie una sola generazione all’anno e vola generalmente da maggio a settembre deponendo le uova su diverse specie di graminacee. Il bruco mangia e poi va dormire. Un lungo sonno: si sveglierà solo l’anno prossimo per compiere la metamorfosi.

E qui sta l’inghippo, il triste inganno, il dramma finale di chi anche truccandosi all’inverosimile non riesce ad assomigliare a nessuna stella del cinema e continua a non piacersi, a credere di non piacere a nessuno e si auto convince che resterà zitella.

Che ne sarà della nostra Bridget Jones italiana?

Pare impossibile ma anche lei ha i suoi spasimanti, o meglio, molestatori… stalkers.

Quegli occhi neri sulle ali infatti servono alla Maniola jurtina  per disorientare gli uccelli che se la vorrebbero mangiare (un trucco che ha imparato dalle sue amiche più “fighe” (Vanessa Io,  Junonia  coenia, Junonia orithya,  Caligo eurilochus ovvero farfalla gufo…)

E’ una farfalla con un areale molto vasto  (infatti il mondo è pieno di bruttine stagionate, non come le modelle da rotocalco che le trovi solo sugli yacht dei miliardari) ed è comune in tutta Europa ma gli esperti ne hanno individuato due specie o sottospecie distinte:

La sottospecie Maniola jurtina jurtina, diffusa in Spagna, Francia, Nord Africa e Sardegna e la sottospecie Maniola jurtina janira distribuita dall’Italia all’Asia.  Sulle isole toscane e in Corsica vive una popolazione intermedia. La particolare distribuzione di questa sottospecie, dicono gli studiosi, conferma il legame tra le isole toscane e l’area sardo-corsa ed è considerata un modello per spiegare la biogeografia di molte specie di farfalle nell’area mediterranea. (da Il santuario delle farfalle).

Hai capito, anche la nostra jurtina ha trovato qualcuno che è riuscito a dare un senso alla sua esistenza….

Maniola jurtina (male)
Maniola jurtina (male)

E se il maschio è quasi completamente marrone, devo dire che invece la femmina, con le ali aperte in fondo non è così male.

Maniola jurtina (female)
Maniola jurtina female

 

 

 

 

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...