POPILIA ANNO SECONDO

Cartello popilia

Quarantena,  una parola che evoca virus atroci, pestilenze, infezioni mondiali…

La dicitura esatta è “organismo nocivo da quarantena”.

Ebbene sì, è possibile dirlo anche per un animaletto di circa 10 mm. la Popilia japonica Newman, un maggiolino giapponese presente anche negli Stati Uniti e assente fino al 2014 nell’Europa continentale.

Unica presenza segnalata erano le Isole Azzorre  (quelle dell’anticiclone).

Arrivato da noi attraverso gli aeroporti (Cameri o Malpensa ancora non si è capito) si è diffuso rapidamente nei comuni vicini sia in sponda piemontese sia in sponda lombarda del fiume Ticino.

Nel 2015 il primo allarme e conseguente inizio di misure di lotta biologica. Fino ad allora solo qualche segnalazione di fotografi naturalisti:  “Ah, che bel coleottero!  Mai visto da queste parti!”

Immagine 204

Perchè è così pericoloso?

La larva infesta i prati mangiando le radici  e rovinando quindi la raccolta di erba e foraggio.

L’adulto si nutre di tantissime specie di piante (300 circa)  provocando gravi defogliazioni soprattutto su aceri, rose, rovi, tigli, olmi, mais, meli, peschi, soia, vite.

Come si fa a riconoscerlo?

Il dorso è verde metallico con riflessi bronzo e presenta 12 ciuffetti bianchi ai lati dell’addome (2 più ampi nella parte terminale).

729a

 

Gli adulti compaiono da fine maggio inizio giugno e si muovono in gruppi molto numerosi.  Il mese di luglio è quello dove si manifesta la presenza più massiccia e infestante.

La vita media dell’adulto è di circa un mese ma prima che si compia il loro destino le femmine depongono le uova sotto terra, preferibilmente sotto una cuticola erbosa. Infatti le larve preferiscono terreni freschi e umidi.

ciclo di vita popilia japonica

 

Quante cose si  imparano su un insetto quando se ne ha paura !!

Ma come si fa a combatterlo?

Prenderli e schiacciarli sarebbe la maniera più semplice…. se non fossero milioni.

Il metodo utilizzato per ora è quello delle trappole sessuali: feromoni femminili per catturare i maschi, essenze floreali, per catturare le femmine  (perchè le femmine sono più gentili, non come i maschi che pensano solo a quello).

E’ strano infatti inoltrarsi nelle campagne e vedere questi contenitori di plastica riempirsi di questi animaletti. (Le trappole non sono assolutamente da toccare, nè tantomeno da portare a casa con la scusa di avere avvistato delle Popilie nel proprio giardino.)

Immagine 490

Ma si sta pensando di utilizzare anche un fungo che contrasti lo sviluppo della larva, un fungo “seminato” sotto i prati e che potrebbe rappresentare un rimedio efficace anche nel medio periodo in quanto rimane nel terreno senza interferire con le varie produzioni agricole.

Peccato che i funghi in questione non siano né prataioli né porcini.


Ho ucciso alcune Popilie ma non me ne pento… stavano cibandosi avidamente delle foglie della mia vite, riducendole come fogli di carta velina.

popilia su vite 4

Certo, per me il danno non è ingente, non vedo altre specie di piante attaccate, per ora. Però ancora non so chi devo ringraziare per avere portato qui la Popilia japonica:  la globalizzazione?  gli  aeroporti?  i militari?

Si loro, i militari. Voci maligne affermano che la Popilia japonica è arrivata alle Azzorre dagli Stati Uniti perchè lì c’è una base militare U.S.A. e guarda caso in zona abbiamo l’aeroporto militare di Cameri.

Va beh, qui non è questione di essere antimilitaristi o pacifisti, prima o poi sarebbe arrivata con altri mezzi, con altre merci.

Solo che come per le zanzare, come per altri insetti, riusciremo mai a voler bene alla Popilia?

Popilia japonica


Se vedete una Popilia japonica, fotografatela e inviate la foto a: popilia@ersaf.lombardia.it  oppure popilia@parcoticino.it

Maggiori info  sul sito di Ersaf Lombardia e Parco  del Ticino

vedere anche questa presentazione di Giovanni Bosio – Regione Piemonte

 

 

Annunci

Un pensiero su “POPILIA ANNO SECONDO”

  1. Ho trovato una popilia anche io fuori fuori dalla porta di casa (se era una poppilia sarebbe stato meglio), sono un pò dappertutto, l’ho segnalata e mi hanno risposto nel giro di poche ore.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...