MENTRE ANDAVO

Immagine 386

Avanti, ancòra avanti ! –  urlai

Il vetturale si voltò:

“Signore” – mi fece 

“Più avanti non ci sono che i campi…”

Il “signore” in questione era Giorgio Caproni, uno dei miei poeti preferiti del ‘900 italiano e il vetturale, nella sua concezione pragmatica, associa i campi al nulla.

Ancora:

Andavo per i campi
così, per conto mio,
e non cercare niente
era quello che volevo….

Wolfgang von Goethe – Mentre andavo

————————————————————–

…. E’ una bella mattina di metà agosto e io sto andando per i campi così, per conto mio, esattamente come Goethe (e chissà quanti altri).

Immagine 360

Non sto cercando niente in particolare e neanche qualcuno. In questi casi si va in mezzo alle campagne per non incontrare nessuno, per starsene un po’ in pace.

Ma forse non è neanche questo.

Piano piano, le case e il campanile sullo sfondo vanno fuori fuoco e i campi si popolano di fiori, di voli di rondine, di farfalle e ovviamente non può mancare, come nell’immaginario collettivo più classico, il viottolo di campagna…

Ancora sono estasiato da una distesa gialla di ginestrino mentre penso:

-Ah, come è bello questo “nulla“.

Immagine 243
Ginestrino  (Lotus corniculatus)

 

 

 

 

Annunci

Un pensiero su “MENTRE ANDAVO”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...