CARNAVAL

br-rio-de-janeiro-carnaval-2012-mangueira-flickr-67

Rio, Venezia, Giappone… solo per citare i carnevali più celebri.

Giappone? perchè Giappone ? – direte voi;  ve lo spiego più avanti.

Il carnevale è un’esplosione di gioia, di esuberanza, di colori… e di maschere. Pare infatti che sia più facile comportarsi in maniera diversa, più disinvolta, se nascondiamo la nostra identità (i social insegnano).

Allora, vediamo.. quest’anno da cosa mi vesto?

Le maschere classiche tipo Arlecchino, Pulcinella sono un po’ in ribasso ultimamente, ma non nel mondo animale e soprattutto fra gli insetti.

Se la Pulcinella più famosa è quella di Napoli, subito dopo però viene la Pulcinella di mare  un uccello dalla faccia buffa che popola i mari e le coste dell’Atlantico settentrionale.

pulcinella-di-mare

Ma non dimenticherei neanche quella che ho ribattezzato “coccinella pulcinella” ovvero la Hyppodamia variegata  o coccinella dei campi. Guardate la mascherina nera orlata di bianco che ha sul pronoto (parte anteriore del torace).

Hippodamia variegata
Hippodamia variegata

E continuando su questo filone non possiamo certo trascurare la Coccinella Arlecchino  (Harmonia axyridis) coccinella di origine orientale ma ormai cosmopolita, anche perchè è diventata un flagello.

Introdotta come agente di lotta biologica sta eliminando con la sua voracità  non solo gli insetti nocivi ma anche le altre specie di coccinelle, sottraendo loro cibo ma anche mangiandosi le loro larve.

Però la varietà e la mutevolezza del colore delle sue elitre (ali anteriori): rosse a puntini neri, nere a puntini rossi, nere e gialle, oppure solo marroni… oltre a farla assomigliare alla  nostra amatissima maschera, rendono difficile a volte il riconoscimento;  indizio fondamentale, oltre alle dimensioni maggiori,  è la W  nera disegnata sul torace.

Passiamo ai ragni. E qui c’è una bella lotta tra il Philaeus Chrysops un ragno saltatore da agguato  chiamato anche ragno Arlecchino per i suoi colori (quelli del maschio)

e il  Salticus scenicus che di Arlecchino non ha i colori ma il comportamento.

E’ servitore di due padroni?

NO, solo che si comporta in modo diverso  se si sente osservato, recita come fosse un attore (scenicus), quindi non si limita a mascherarsi (righe bianche e nere come le zebre) ma si atteggia anche, assume un ruolo, un po’ come i cosplayer nei travestimenti dei manga giapponesi.

Salticus scenicus
Salticus scenicus

Un’altra categoria che vale la pena di essere citata è quella degli eroi mascherati a loro insaputa.

E’ il caso della Mosca batman  (Myatropa florea)  una mosca floricola che ha sul dorso il simbolo dell’uomo pipistrello,  e il Ragno Napoleone (Synaema globosum), altro ragno da agguato le cui epiche battaglie non si svolgono a Waterloo ma tra petali e corolle dei fiori di campagna.

Myathropa florea
Myathropa florea
Synaema globosum (ragno Napoleone)
Synaema globosum (ragno Napoleone)

Inutile dire che quello delle maschere “a loro insaputa” è un carnevale che dura tutto l’anno.

Ma, siccome a carnevale vale tutto,  possiamo prendere spunto anche dal  “mimetismo batesiano“: animali innocui che si vestono (colori, forme) con il vestito di altri più “feroci” o pericolosi.

Un esempio tra i tanti è la Mesembrina meridiana, una mosca travestita da bombo ovvero da suora, forse per via dei colori tanto che gli anglofoni la chiamano “noon fly“.

Mesembrina meridiana - Noon fly
Mesembrina meridiana – Noon fly

Proprio uno scherzo da prete,  anzi da suora.

O forse lei voleva solo iscriversi ai provini per il remake di “Sister act”.

sister-act-whoopi-goldberg

 

 

 

 

 

 

Annunci

2 pensieri su “CARNAVAL”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...