UN SELFIE CON VAN GOGH

Vi pare impossibile?

Anche a me,  ma ho dovuto ricredermi.

Voi sapete che Vincent Van Gogh amava il giallo, celebri sono i suoi campi di grano maturo  e ancora di più lo sono i suoi girasoli.

Il girasole  comune (Helianthus annuus L.) è una pianta di origine americana ma ormai ampiamente naturalizzata e coltivata anche da noi. E’ una asteracea e i petali gialli che vediamo fare da corona al capolino non sono altro che fiori sterili.

Quelli fertili se ne stanno nel mezzo a formare un disco che può raggiungere il diametro di 30 cm.

Come si fa a non associare questo fiore al sole?  A prescindere dalla sua caratteristica di abbassare ed alzare la testa seguendo il movimento del sole (eliotropismo) , è proprio l’aspetto di questo pianta che gli fa meritare il nome di Fiore del sole, che lo fa associare all’allegria, alla positività, alla gioia di vivere.

Quando è in piena fioritura però l’eliotropismo cessa e il fiore resta sempre rivolto verso est (fateci caso).

I fiori all’interno del disco sono disposti in 2 insiemi di spirali logaritmiche, una avvolta in senso orario e una in senso antiorario; i numeri delle spirali non sono uguali nei 2 sensi, ma tendono a essere 2 numeri di Fibonacci (in cui ogni termine è dato dalla somma dei 2 precedenti) consecutivi, generalmente 34 e 55 nei girasoli medi.

Ecco, non ci ho capito molto, sono un po’ arrugginito in matematica, ma chiedete a Fibonacci, sicuramente lui ne sa di più.

Io forse è meglio se torno a Van Gogh e ai suoi girasoli che non sono un quadro solo ma una serie di quadri di girasoli in vaso dipinti tra il 1987 e il 1989 più altri, recisi o ormai seccati.

Perfino il suo amico Gaugin lo ritrae mentre sta dipingendo girasoli

Una specie di selfie, perchè anche se Gaugin non compare se ne riconosce lo stile inimitabile, l’espressionismo che già incominciava ad emergere e i colori pastosi dei suoi quadri successivi a Thaiti.

Seminato tra marzo e aprile il girasole è coltivato in italia soprattutto nelle regioni centrali come coltura di rinnovo in rotazione con i cereali, la colza e la soia.

Ma nel nord Italia è più difficile vedere campi di girasole così in questi giorni, oltre a me che vado a fotografare bombi e farfalle sui dischi dorati  molti non resistono, fermano l’auto al bordo della strada e vanno a farsi un selfie…. con Van Gogh.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...