DAPHNE E LE ROSE

Giovanni Battista Tiepolo, Apollo Insegue Daphne 1755-1760

Nell’antica Grecia Daphne era una delle Naiadi, una ninfa dei ruscelli e dei corsi d’acqua, amante della propria libertà al punto di respingere l’amore del dio Apollo e farsi trasformare in una pianta per sfuggirgli.

Daphne, con le foglie che ricordano l’alloro (da cui il nome in greco), è una pianta, ovvero un genere di piante a cui appartengono circa 500 specie sia sempreverdi che a foglie caduche.

Dapnhe laureola

Tra le sempreverdi ricordiamo la Dapnhe laureola, con foglie della consistenza del cuoio e piccoli fiori giallo-verdi  e bacche velenose per gli uomini ma non per gli uccelli.

DAphne mezereum – Fior di stecco

Tra quelle a foglie caduche la più famosa è la Dapnhe mezereum detta anche Fior di stecco perchè i suoi fiori  rosa profumatissimi compaiono sulla pianta a fine inverno quando ancora non sono spuntate le foglie.

La sua quota ideale è sui mille metri su terreni calcarei e soleggiati negli incolti o al limite dei boschi, quindi in luoghi abbastanza freschi e umidi.

Daphne mezereum frutti

(Attenzione! la pianta è tossica in tutte le sue parti).

——————————————————————–

Daphne Caruana Galizia era invece una giornalista d’inchiesta nata e vissuta a Malta e uccisa con un’autobomba nell’ottobre 2017.

Cercare adesso collegamenti tra il suo nome e la ninfa, tra lei e la pianta può essere un esercizio inutile.

Inutile forse dire che Daphne Galizia amava la libertà (no, non solo la propria) inutile dire che le foglie coriacee di queste piante sono come lei, che l’alloro di cui si cingono la testa i vincitori non gli interessava e neanche salire sul loro carro.

Fossimo stati nell’antica Grecia qualche dio pietoso, vedendola in pericolo, l’avrebbe forse trasformata in un fiore, una sorgente, una sirena…

Ma siamo nel XXI secolo e a Malta, caso vuole, non c’era un venditore bengalese di rose, come quella notte a Firenze, per salvare una ragazza da un gruppo di balordi.

http://firenze.repubblica.it/cronaca/2017/10/17/news/firenze_circondata_dal_branco_e_salvata_dal_venditore_di_rose-178527744/

Certo, il venditore di rose cosa avrebbe potuto contro un’autobomba?

Di Daphne ci ricorderemo allora quando andando in montagna incontreremo questo fiore o forse no; ce ne dimenticheremo,  fino alla prossima giornalista uccisa.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.