SIGNORA DELLE CALENDULE

IL Monte Venda, il più alto dei Colli Euganei misura 601 m. s.l.m.

Quanti centimetri mancano per farlo qualificare come “montagna” ? Le leggende narrano di abitanti del luogo che portano su la terra con le carriole per farlo arrivare alla quota necessaria.

In cima al Monte Venda c’è l’ antico Monastero degli Olivetani, o meglio le sue rovine.

Da qui, quando il cielo è limpido, si può vedere Venezia.

Ci si arriva attraverso un sentiero a tratti ripido ma non durissimo, ci possono salire anche i bambini passando per boschi di roverella e castagno, e di Orniello (Fraxinus hornus) che a maggio fiorisce con pannocchie bianche dal profumo leggermente amaro.

Se uno si guarda attorno, tra i sassi dell’antico monastero si può vedere un piccolo orto (pomodori, peperoni, zucchine, aglio, cipolle…) e poi fiori in vaso e a formare bordure.

Chi è così pazzo da venire a coltivare quassù?

Lei… la signora delle calendule. Una vecchia donna ( o anziana, o magari no)  che vive in una roulotte ai bordi delle rovine del monastero.

Non so la sua storia, nè il perchè di questa sua scelta  (o necessità) so solo che il suo vivere qui è perfettamente coerente con questo luogo, in passato consacrato al lavoro e alla meditazione.

Così anche se non ho avuto il piacere di incontrarla ho potuto osservare i segni della sua opera, del fare suo questo posto, così tra petunie e iris, tra margherite  e grossi vasi di Hosta ecco un fiore arancio intenso…  quello che mi ha permesso di darle un nome.

Calendula

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...