BOMBE DI SEMI

Se ai tempi dei “figli dei fiori” qualcuno cantava “Mettete dei fiori nei vostri cannoni” (inno pacifista degli anni ’60) oggi verrebbe da dire: mettere delle bombe di semi nei vostri cannoni, anzi nelle vostre mani.

Dei fiori in divenire, dei semi di pace, contro quest’altra guerra in Ucraina che ci tocca tutti.

Ma cosa sono le bombe di semi e da dove arrivano.

Sono delle palline di pochi centimetri di diametro fatte da un impasto di compost e argilla con all’interno dei semi di fiori.

Queste palline furono inventate dal botanico e filosofo giapponese Masanobu Fukuoka maestro dell’agricoltura naturale o del non fare. L’idea rivoluzionaria si basa sull’assecondare la natura, ridurre al minimo l’intervento umano e salvaguardare la biodiversità.

Le palline lanciate su terreni incolti, su aiuole urbane o su qualunque terreno si voglia trasformare in modo naturale, non vengono interrate, ma sole e pioggia faranno germogliare i semi, preferibilmente di fiori spontanei.

Questa tecnica fu poi adottata nelle azioni di “guerrillia gardening” che hanno come obiettivo primario quello di riqualificare aree urbane abbandonate.

Quali sono i semi più adatti (e utilizzati)? ovviamente si può provare con tutti ma conviene scegliere, almeno per incominciare, fiori i cui semi germogliano facilmente come ad esempio calendula, papavero, girasole, malvone, fiordaliso, erba medica, tarassaco, rosmarino, trifoglio…

E dopo qualche settimana (se piove, non come ora che non piove da tre mesi) o qualche mese o perfino dopo un anno o più i semi germoglieranno riempiendo di colori un’area prima abbandonata, come un’arcobaleno sulle macerie di una guerra.

E allora per fare un’ultima citazione forse Bansky voleva mettere in mano all’uomo che lancia un mazzo di fiori una bomba di semi.

Sarebbe stato meno iconico ma il significato resta lo stesso.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.