RIZZACULO

Crematogaster scutellaris

Si, forse non è elegante incominciare da questo particolare, da questa caratteristica, ma cosa ci posso fare se la cultura popolare l’ha ribattezzata così?

Per la verità non solo il popolo ma anche gli scienziati (anche loro con una venatura di populismo) che l’anno chiamata Crematogaster scutellaris perchè in greco Cremastogaster significa proprio “rizzaculo” anche se la esse prima della T si è persa chissà per quale motivo.

Lei è una formica di medie dimensioni (dai 4 ai 6 mm che per una formica europea sono già tanti) classificata per primo dal naturalista Olivier nel 1712.

Oltre a rizzare il culo e sparare una sostanza repellente per difendersi dai nemici questa formica si caratterizza anche per la testa di colore rosso (Eh si, anche le formiche volevano avere la loro “testa rossa” come l’auto dell’Ing. Ferrari solo che l’automobile, a differenza della formica. non ha l’addome a forma di cuore).

La Ferrari testa rossa è stata esportata in tutti i continenti.

La formica testa rossa invece è diffusa da sempre in tutta l’area mediterranea, e oggi la troviamo anche in Germania e in Olanda dove è arrivata grazie al commercio del legname.

Infatti ha l’abitudine di nidificare di preferenza nel legno degli alberi, appena sotto la corteccia; i suoi preferiti sono l’ulivo, il pino, la sughera e altri ) e la sua presenza si nota anche per la presenza di una segatura finissima (come sul mio salice da vimini) .

Pazienza per il mio vecchio salice ma per industria del sughero è un pericolo perchè crea diversi danni alla pianta; attenzione però perchè può stabilirsi anche nelle travi di legno delle nostre abitazioni corrodendole dall’interno.

AIUTOOOO !!

Liberarsi delle formiche in casa o negli orti non è facile.

Le formiche sono molto golose di sostanze zuccherine tra le quali la melata prodotta dagli afidi perciò non lasciate in giro tracce di zucchero, panini con la marmellata, torsoli di mela ecc..

— – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –

Chissà perchè, mentre scrivo questo articolo avverto uno strano formicolio…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.