Archivi tag: Barba di capra

BARBA DI CAPRA

Aruncus dioicus – Barba di capra

La barba delle capre è un particolare anatomico che  ha sempre colpito la fantasia degli uomini tanto da trasferire spesso i paragoni dal mondo animale a quello vegetale.

Lo sa bene l‘Aruncus dioicus che da un giorno all’altro  (no in realtà da tempi molto antichi) si è sentito affibbiare questo appellativo, insieme a molti altri per dovere di cronaca, infatti lo chiamano anche Barba di Giove, Asparago di monte, Erba canona, Coda di Volpe, Gambe rosse e Asparago di bosco.

E con tutti questi nomi anche lui non se li ricorda sempre tanto che a volte quando lo chiami non si gira.

Va bene. Quello che sappiamo è che si tratta di una pianta perenne dioica: cioè i fiori maschili e quelli femminili si trovano su due piante distinte (ci penseranno poi le api a farli incontrare). Poi, ma questo è più difficile da credere, a prima vista, è che appartiene alla famiglia delle Rosaceae.

Germogli di Aruncus dioicus

Infine i suoi germogli giovani sono commestibili, infatti viene chiamato asparago perchè i suoi giovani getti rossastri sono colti e consumati come fossero asparagi selvatici.  Attenzione però, la pianta da adulta è velenosa per la presenza di un glucoside cianogenetico (per chi ama le parole difficili)

Germogli di Aruncus dioicus – Asparago di montagna

Il suo habitat si è capito sono le zone ombrose dei boschi di montagna tra 500 e 1500 m slm nelle zone temperato-fredde di Europa Asia e America settentrionale)

Fiorisce tra giugno e luglio con vistose infiorescenze a pannocchia colore bianco crema ma in Italia non più a sud della Toscana

E quando i monti sorridono anche gli Aruncus come le caprette salutano Heidi,

“Ciao !! ”