Archivi tag: Casa degli Atellani

LEONARDO AVEVA UNA VIGNA

la-vigna-di-leonardo-da-vinci-1050x788

Leonardo aveva una vigna, prezioso dono di Ludovico il Moro.  Forse con il il vino ci ubriacò Monna Lisa; ecco perchè aveva quel sorriso.

Leonardo da Vinci - La dama con l'ermellino - VarsaviaLeonardo ci provò anche con la “Dama con l’ermellino” ma la cosa andò male perchè la dama era astemia. 

A voler essere precisi  il Vasari non cita questi episodi nella biografia e quindi dove sta la verità?

La verità è che Leonardo da Vinci ha avuto davvero una vigna alla quale era molto affezionato.

Ma come si fa a sapere che era proprio quella?

Miracoli del DNA.

Fin’ora era servito solo per scoprire la paternità di figli illegittimi,  o per incriminare qualcuno, adesso anche per stabilire l’esatto ceppo della vite piantata nel 1498 nell’orto della Casa degli Atellani, di fronte alla chiesa di S. Maria delle Grazie, durante il suo soggiorno milanese, che avrebbe permesso a Leonardo anche  di ottenere la cittadinanza.

Scappando in Francia non potè certo portarla con sè e così la vigna deperì fino ad essere distrutta nel 1943  dai bombardamenti  su Milano della Seconda Guerra Mondiale.

Qui le foto storiche della vigna risalenti al 1920: http://milano.repubblica.it/cronaca/2015/02/18/foto/milano_la_vigna_di_leonardo_torna_a_vivere_per_expo-107600357/1/#1

planimetria vigna di  Leonardo

Ma qualcuno si è ricordato di questa vigna e dopo anni di impegnative ricerche è riuscito a impiantarla di nuovo là dove il grande genio italiano l’aveva coltivata in origine.

http://www.ilfattoquotidiano.it/2015/02/21/luca-maroni-enologo-ed-editore-ritrovato-reimpiantato-vigna-leonardo-vinci/1441977/

Che sia un’operazione di grande valore storico e culturale non lo metto in dubbio: negli ultimi anni numerosi ricercatori e semplici appassionati cercano di recuperare  i frutti antichi: pere, mele, ciliegie, nespole…  con una attenzione genuina e disinteressata per la biodiversità.

Qui si tratta però di una operazione diversa e sicuramente quel gran genio di Leonardo deve avere ispirato gli artefici di questa “riesumazione”.

Infatti hanno trovato modo di far soldi con una vigna a prescindere dall’uva (e dal vino).

http://www.vignadileonardo.com/

VignaLeonardo1

– – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – – –

Ecco, a parte queste considerazioni semiserie,  un articolo più strutturato di una mia blogamica: http://curiosadinatura.com/2015/11/20/leonardo-da-vinci-e-la-sua-vigna/